Regolamento d'istituto

Versione PDF
Regolamento d'istituto e voto di condotta

Norme di comportamento

L'adozione e l'osservanza di norme di comportamento si pongono come condizioni indispensabili per un corretto vivere comunitario al fine di realizzare sia una proficua attività didattica e culturale sia un'occasione di crescita consapevole della personalità.

Ogni studente deve contribuire attraverso la collaborazione responsabile e l'autocontrollo al perdurare di un ordinato e sereno ambiente di studio caratterizzato dal costante e leale rapporto tra allievo e insegnante e tra gli allievi stessi.

Assenze e giustificazioni

La regolare presenza alle lezioni è obbligatoria per tutti. Le assenze di conseguenza devono essere motivate e giustificate. Ogni allievo sarà munito del libretto per le giustificazioni, firmato all'inizio dell'anno scolastico da un genitore o da un adulto suo responsabile. Tale firma sarà depositata all'atto dell'iscrizione in apposito registro presso l'ufficio di Segreteria della scuola. In qualsiasi momento la Presidenza del Liceo potrà richiedere la presenza del genitore per la giustificazione delle assenze dell'allievo.

È richiesta a tutti gli studenti la massima puntualità: al suono della campana gli studenti dovranno essere nelle proprie aule, pronti per l'inizio delle lezioni. È facoltà esclusiva della Presidenza ammettere in classe gli studenti ritardatari, ma ciò sarà limitato a casi gravi e/o particolari. In ogni caso, saranno ammessi all’attività didattica della I ora gli alunni che arriveranno a scuola dopo le ore 8.30 a discrezione della Presidenza. Ripetuti ritardi in numero di cinque verranno comunicati alle famiglie ed il fatto andrà ad incidere sul voto di condotta. Non verranno concessi permessi di uscita anticipata e di entrata posticipata se non nel caso di comprovati motivi: saranno autorizzate solo entrate posticipate entro le ore 08:55 e, allo stesso modo, uscite anticipate dalle 12:50, sempre con motivata giustificazione e limitandole al massimo nel numero. Nel caso in cui fosse necessario, per gravi e giustificati motivi, usufruire di un’entrata posticipata in orario successivo alle 08:55 o di un’uscita anticipata in orario precedente alle 12:50, è richiesta la presenza di un genitore o suo delegato. Gli studenti che avessero esigenze particolari sono pregati di segnalarle alla Presidenza.

Non è permesso per alcun motivo allontanarsi dall'Istituto e, durante le lezioni, assentarsi dalla propria classe: così pure è vietato uscire in corridoio durante il cambio dell'insegnante, al termine dell'ora, se non con regolare autorizzazione del docente e solo per seri motivi.

Il fumo

All'interno della scuola, nei cortili, negli spazi utilizzati per la didattica e comunque durante l’orario scolastico, ivi comprese le uscite didattiche, è assolutamente vietato fumare. Nei confronti dei trasgressori verranno adottati provvedimenti disciplinari, dalla nota sul diario di classe all’allontanamento dalle lezioni, con conseguente incidenza sul voto di condotta. In caso potrà essere aggiunta una sanzione pecuniaria secondo le indicazioni della normativa vigente.

L’abbigliamento

L’abbigliamento dovrà essere adeguato alle esigenze dell’ambiente scolastico.

Sono da ritenere non consoni allo stile della scuola abbigliamenti quali: uniformi militari, abiti disordinati o danneggiati (jeans strappati), top scollati, pantaloni a vita bassa e shorts, abbigliamento da spiaggia in genere e qualsiasi abito che riveli biancheria intima. Sono vietate t-shirt, camicie, felpe e maglioni con scritte potenzialmente offensive.

Gli studenti che giungono a scuola vestiti in modo non appropriato possono essere rimandati a casa; in caso potranno essere chiamati i genitori perché vengano a prenderli affinché i ragazzi provvedano a cambiarsi.

L'uso del cellulare, lettori musicali e altri dispositivi elettronici

Agli alunni è vietato l’uso del telefono cellulare, di lettori musicali e di altri dispositivi elettronici per usi diversi dalla didattica durante l’orario scolastico. Per motivi personali, potranno essere utilizzati esclusivamente durante la pausa dell’intervallo; negli altri momenti della giornata scolastica non solo devono essere mantenuti spenti, ma non possono essere né sul banco, né sotto il banco, né in alcun modo a vista. In caso d’inadempienza gli studenti saranno sanzionati con una nota sul diario di classe. In caso d’inadempienza ripetuta (3 volte) gli strumenti verranno anche trattenuti e restituiti al termine delle lezioni. Il singolo docente ha facoltà, se lo ritiene opportuno, di ritirare i cellulari prima dello svolgimento dei compiti in classe.

È assolutamente vietato, come da norma di legge, durante la permanenza nella struttura scolastica scattare fotografie, ancor più pubblicarle sul web, registrare lezioni o altri momenti dell’attività scolastica senza un permesso specifico.

Il rispetto per gli ambienti e le attrezzature dell'Istituto

L’allievo è tenuto al rispetto della proprietà altrui e alla cura delle strutture, dei materiali didattici e di tutti gli oggetti di uso scolastico. Chiunque abbia causato danni per dolo o negligenza sarà tenuto a relativo risarcimento.

Qualora non venga individuato il responsabile, dovrà risponderne l'intera classe. Il risarcimento non esclude eventuali sanzioni disciplinari. L'Amministrazione e la Direzione del Liceo Linguistico Internazionale non assumono responsabilità degli oggetti personali che gli alunni portano o dimenticano nell'Istituto.

La normativa disciplinare vigente per la scuola italiana ed il presente regolamento interno sono vincolanti per tutti gli insegnanti, esperti, allievi e personale non docente. Ciascuno nell'ambito dei rispettivi ruoli e competenze è tenuto a collaborare affinché essi vengano osservati con lealtà e diligenza. Tali norme di comportamento sono richieste all'allievo in tutte le attività di studio quali soggiorni all'estero, viaggi d'istruzione, spettacoli teatrali e cinematografici, conferenze organizzate dal Liceo. 

Le sanzioni disciplinari

Le violazioni del regolamento scolastico comportano a seconda della gravità le seguenti sanzioni:

  • richiamo verbale da parte del docente e/o preside;
  • nota disciplinare apposta sul registro di classe e sul registro on-line;
  • allontanamento temporaneo dall’aula da parte del docente;
  • nota disciplinare del consiglio di classe  verbalizzata;
  • sospensione deliberata dal consiglio di classe;
  • allontanamento definitivo dalla scuola deliberato dal Consiglio di classe in accordo con il Dirigente di Istituto.

Voto di condotta

Con il Decreto Ministeriale n. 5 del 16 gennaio 2009 si regolamenta la nuova disposizione sul voto di condotta e si richiamano i seguenti principi:

  • accertare i livelli di apprendimento e di consapevolezza raggiunti, con specifico riferimento alla cultura e ai valori della cittadinanza e della convivenza civile;
  • verificare la capacità di rispettare il complesso delle disposizioni che disciplinano la vita di ciascuna istituzione scolastica;
  • diffondere la consapevolezza dei diritti e dei doveri degli studenti all’interno della comunità scolastica, promuovendo comportamenti coerenti con il corretto esercizio dei propri diritti e al tempo stesso con il rispetto dei propri doveri, che corrispondono sempre al riconoscimento dei diritti e delle libertà degli altri;
  • dare significato e valenza educativa anche al voto inferiore a 6/10.

A tal fine, si è stilata la seguente tabella di riferimento che offre uno strumento intuitivo e flessibile ma nello stesso tempo preciso, inequivocabile e non aleatorio per la definizione del voto di condotta da utilizzare in sede di scrutinio finale e straordinario

Valutazione attuale Criteri per quadrimestre

4

  • Più sospensioni da 15 giorni consecutivi per comportamento inadeguato, contrario al Regolamento e pericoloso per sé e per gli altri (danni a cose e persone; episodi di bullismo e intolleranza).

5

  • Una sospensione oltre i 3 giorni consecutivi per comportamento inadeguato, contrario al Regolamento e pericoloso per sé e per gli altri (danni a cose e persone; episodi di bullismo e intolleranza).
  • Più sospensioni per comportamento inadeguato e contrario al Regolamento (danni a cose).

6

  • Una sospensione da 1 a 3 giorni consecutivi per comportamenti inadeguati o contrari al Regolamento di media entità (danneggiamenti a cose di lieve entità).
  • Più note sul registro di classe per comportamenti inadeguati o contrari al Regolamento di media entità (utilizzo inappropriato dei materiali e delle risorse della scuola; utilizzo non conforme di cellulari, tablet e computer).

7

  • Più note sul registro di classe per comportamenti inadeguati o contrari al Regolamento di media o scarsa entità (utilizzo inappropriato dei materiali e delle risorse della scuola; utilizzo non conforme di cellulari, tablet e computer).
  • Abbigliamento inadeguato; comportamento inappropriato; compiti non eseguiti.
  • Recidive (più di dieci a Quadrimestre) di ingressi in ritardo, entrate posticipate, e assenze ripetute.
  • Impegno e coinvolgimento scarsi o appena sufficienti, ma sicuramente al di sotto delle possibilità dello studente.

8

  • Una nota sul registro di classe per comportamenti inadeguati o contrari al Regolamento di media o scarsa entità (utilizzo inappropriato dei materiali e delle risorse della scuola; utilizzo non conforme di cellulari, tablet e computer).
  • Impegno e coinvolgimento soddisfacenti ma discontinui.

9

  • Impegno e coinvolgimento costanti e di alto profilo.

10

  • Impegno e coinvolgimento di ampia soddisfazione e di eccellente profilo.

 

Non ci sono automatismi cogenti che impediscano giudizi migliorativi a cura del Consiglio di classe, soprattutto nella valutazione di fine anno.

Non sono ammessi giudizi peggiorativi in assenza delle sanzioni sopra indicate.

Le decisioni vengono prese a maggioranza semplice dei presenti; in caso di parità il voto del presidente determina l’esito della votazione.

Il voto è proposto, in sede di consiglio di classe, dal docente incaricato di classe.